Fare dell'attività fisica durante la pandemia da Covid-19

news

Fare dell'attività fisica durante la pandemia da Covid-19

Fare dell'attività fisica durante la pandemia da Covid-19

L’attività fisica come miglior "farmacia"
Svolgere dell’attività fisica costante è un ottimo modo per prendersi cura del proprio corpo, spesso meglio ancora dell’assunzione di farmaci e anzi può prevenirne in molti casi l’uso. Cercare di abbinare del sano movimento a uno stile di vita adeguato e a un’alimentazione corretta allunga e migliora la vita, riduce notevolmente lo stress e il rischio di malattie di ogni genere. Variare gli esercizi è fondamentale, per non sovraccaricare determinati gruppi muscolari e per tenere ben allenato tutto il tuo corpo. Da un anno a questa parte, tuttavia, gran parte della quotidianità di ognuno di noi è stata stravolta dalla pandemia e lo svolgimento di attività fisica presso le strutture pubbliche è stato bruscamente interrotto. Ciò può rappresentare un vero e proprio ostacolo, sia per i cultori della palestra o della piscina, sia per chi frequentava abitualmente questi ambienti solo con lo scopo di tenersi in forma. In entrambi i casi, il rischio di esporsi alle serie conseguenze di chi possiede uno stile di vita troppo sedentario, si è alzato.

Le conseguenze della pandemia
Ecco quindi che diventa necessario trovare un metodo alternativo di allenarsi, senza poter usufruire delle strutture su cui prima facevi affidamento. Il virus è molto contagioso e facilmente trasmissibile: impensabile tenete aperti ambienti come palestre e piscine. Si può però fare attività fisica all’aperto, andare a correre o a passeggiare e, non da ultimo, macinare chilometri in bicicletta. Se invece sei un patito di palestra, anche nell’ambiente domestico puoi cimentarti in qualcosa di utile, pur senza dover necessariamente allestire una home-gym spendendo centinaia di euro per gli attrezzi! Dovrai forse rinunciare per qualche mese alla tua forma ottimale, ma per mantenersi allenati e riscoprire esercizi che prima sottovalutavi, può essere sufficiente. L’importante è sicuramente la costanza e avere giorni e orari fissi. Il fatto di stare a casa può scoraggiare alcuni, ma può favorire altri: potrai ritagliarti i tuoi spazi liberi, senza dover recarti in palestra e senza dover condividere gli attrezzi con altre persone.

Come organizzare il tuo allenamento
Stilare un programma casalingo di allenamento che abbia cadenza regolare può richiedere l’aiuto di un professionista, ma molto spesso dipende anche dai risultati che vuoi ottenere. Se il tuo scopo (come nella maggior parte dei casi) è semplicemente quello di tenerti in forma, niente paura: possono bastare dei video tutorial o delle applicazioni per smartphone e tablet -purché siano affidabili- e basarsi su quei suggerimenti. Come detto, l’ostacolo della mancanza di attrezzi può essere aggirato, con fantasia e tanta motivazione. Ecco quindi una serie di vari esercizi che puoi svolgere agevolmente da casa, usando nient’altro che il tuo corpo o qualche accessorio economico e facilmente reperibile: ginnastica a corpo libero, salto della corda, addominali, flessioni, squat, allenamento per braccia e spalle con dei manubri (o con bottiglie d’acqua), trazioni (una sbarra da attaccare alla porta costa sì e no venti euro). Per gli appassionati del genere inoltre, dedicarsi a yoga, pilates e videolezioni di ballo sarà un gioco da ragazzi! Accorgimenti fondamentali: svolgere i giusti esercizi nel modo più adeguato, cioè tutti quegli esercizi di stretching e riscaldamento imprescindibili per evitare infortuni, mantenere posture corrette e non esagerare con i carichi di lavoro, specialmente se si tratta di programmi "fai da te", senza la guida di un personal trainer.